0

26/07/14 Besozzo

Pubblicato da Massimo Colombo | 28.7.14

Classifica valbossini

POS PET. COGNOME NOME CAT DISTACCO MEDIA TEMPO TOT. POS CAT PUNTI
11 845 BORDANZI STEFANO M41 04:59,1 03:46,4 0:31:42 2 190
26 820 GIAMBERARDINO LUCIANO M41 07:25,9 04:03,9 0:34:09 10 157
39 821 PALERMO ROBERTO M41 08:52,3 04:14,2 0:35:35 14 151
44 1218 RUSSO GIUSEPPE M49 08:57,6 04:14,8 0:35:40 6 165
56 1220 ZANOTTI MARIO M49 09:39,6 04:19,8 0:36:22 9 159
58 1024 DI RAIMO ADRIANO M45 09:50,2 04:21,1 0:36:33 8 161
59 50 PAVAN BARBARA F15 09:54,2 04:21,5 0:36:37 1 200
61 1618 ZONCA GIANNI M58 09:55,7 04:21,7 0:36:38 4 175
65 819 DAL SASSO DIEGO M41 10:07,5 04:23,1 0:36:50 22 143
79 510 IULIANO SIMONE M23 11:22,5 04:32,1 0:38:05 9 159
89 1616 SECCO GIUSEPPE M58 12:11,0 04:37,8 0:38:54 6 165
95 1617 SECCO LUIGI M58 12:31,5 04:40,3 0:39:14 7 163
102 1651 D'ANGELO CLAUDIO M58 13:15,3 04:45,5 0:39:58 9 159
110 1600 DE MIERI ANGELO M58 13:49,3 04:49,5 0:40:32 10 157
139 212 MARANGONI DANIELA F47 16:31,4 05:08,8 0:43:14 3 180
170 1819 PAROLIN ATTILIO M65 19:58,2 05:33,4 0:46:41 4 175
173 309 DALL'ASEN JOLE F57 20:30,4 05:37,3 0:47:13 2 190
195 519 CARRETTA MARCO M23 22:52,0 05:54,1 0:49:35 12 153
219 1836 QUALLONI ANSELMO M65 31:32,3 06:56,1 0:58:15 11 155

4

Giir di Mont 2014

Pubblicato da pilo | 28.7.14

imageSpagna, Romania, Norvegia, Italia, Marocco. Basta elencare le nazioni dei primi cinque classificati nella gara lunga per farsi una domanda: perché questi atleti salgono a Premana in una domenica di luglio e partecipano a questa gara che non assegna nessun titolo internazionale? La spiegazione l'ha data il primo classificato; perché qui la gara la fanno il pubblico e gli oltre 200 volontari che trasformano queste due skyrace in una festa pazzesca.

Due distanze: la lunga di 32 km e 2400m D+ e la corta di 18 km e 1200m D+. Si tratta di transitare tra gli alpeggi attorno a Premana, i mont nel dialetto locale. Il bello è trovare veramente tantissima gente lungo il percorso che grida e incita tutti, suona i campanacci e ti chiama per nome in quanto è scritto bello grande sul pettorale. Pubblico che può seguire la gara anche nella piazza centrale grazie al maxi schermo installato e collegato con le telecamere poste sul percorso che mandano in diretta le gesta degli atleti. L'arrivo è da brividi tra due ali di folla che si allunga per darti il cinque anche se non sei per niente un campione. Non a caso la Rai ha fatto la diretta dalle 11 alle 12,30 Arrivo Kilianper raccontare le fasi finali della gara e raccogliere le impressioni dei primi atleti.

Le sorprese non mancano. La gara corta è stata vinta a tempo di record da un ragazzo svizzero di soli 17 anni, Roberto Delorenzi. E non era il più giovane in quanto era presente un ragazzo di Premana di 16 anni come pure non è voluto mancare il meno giovane, Toni Gianola di 85 anni. Ha poi stupito e commosso il gesto di Fabio Bazzana che dopo una gara da incorniciare, ha tagliato il traguardo al quarto posto spingendo, per gli ultimi 100 metri, la sedia a rotelle di una ragazza disabile felicissima dell'inaspettato evento. Arrivo Bazzana

Torno da questa gara felice, avendo corso bene e divertendomi. Ho tentato di spingere in salita ma le gambe erano un po' pesanti. In discesa sono riuscito a fare un buon ritmo recuperando svariate posizioni.

Ancora una volta Premana non ha deluso le aspettative.

Il Poggio

0

TROFEO QUALITA’

Pubblicato da pilo | 24.7.14

image

Con ritardo, del quale ci scusiamo, pubblichiamo l’aggiornamento del Trofeo Qualità dopo la prova di Azzate.

Clicca qui

0

PIEDE D’ORO

Pubblicato da pilo | 23.7.14

image

 

Come tutti gli anni in questo periodo raccogliamo i soldi relativi alle gare del PDO che ogni atleta ha corso fino ad oggi e che sono stati anticipati dalla società

L’acconto può essere pagato il venerdì sera in sede o la domenica mattina alle gare del PDO al nostro Angelo De Mieri

cliccando qui potete vedere le gare che avete fatto e quanto pagare

3

LA MIA DOLOMITI SKYRACE

Pubblicato da pilo | 22.7.14

 

image_thumb[1]

Dopo un anno eccomi nuovamente a commentare quella che personalmente ritengo sia la più bella gara che si corre tra i monti.
Quest’anno a rappresentare la Valbossa non ero solo. In quel di Canazei sono saliti anche Luigi Feroldi e Gianluca Guidali, conquistati dalle immagini degli anni precedenti.
La gara fa parte della coppa del mondo di skyrunning ed infatti sono presenti 33 nazioni con un totale di 810 iscritti di cui prenderanno il via in 784, arriveremo al traguardo in 695. Tra tutti spicca il più volte campione del mondo e detentore del record di gara, Kilian Jornet, il quale dice di sentirsi un po’ stanco avendo corso e vinto solo 7 giorni prima negli USA la Hardrock, ultra trail di 160 km e 9000 m D+.
Organizzazione super come sempre, scarpe La Sportiva per tutti gli iscritti e felpa Crazy per i primi 600 classificati. La sera prima della gara a cena con Luigi e Gianluca spiego un po' le caratteristiche della gara in quanto non hanno potuto seguire il breafing tecnico. Lo spauracchio è il cancello orario posto in cima alla forcella Pordoi a quota 2880 metri. Bisogna percorrere 8,5 km e salire di 1400 metri entro 1h50 pena l'esclusione dalla gara. Spiego che il riferimento può essere il tempo della mezza ed infatti riusciamo tutti a passare.
Quest’anno ritengo di essere meno preparato dell'anno scorso però sono sicuramente più riposato. Infatti abbasso tutti i tempi parziali e mi sorprendo quando scopro di aver migliorato di 3 minuti anche il tempo finale. Luigi è felice dalle sua gara e la prima frase che pronuncia appena mi vede è: troppo bella, fantastica! Gianluca è felice per essere riuscito a superare il cancello e per essere arrivato entro il tempo massimo. È solo dispiaciuto di essere arrivato oltre il numero per poter avere la felpa, però anche lui elogia la gara, il percorso, il panorama, tutto.
Solo poche ore dopo il termine sono disponibili classifiche, foto, video delle interviste e video che racconta la sintesi della gara. Ovviamente parliamo del top che si possa trovare in Italia per quanto riguarda lo skyrunning, quindi questo non deve sorprendere.
Un plauso lo faccio anche a Martina che, galvanizzata dall'ambiente e dai personaggi incontrati, decide di partecipare alla mini skyrace di 3 km e 200 m D+. La salita di 1 km è veramente durissima e lei, dopo 2 anni senza correre, è arrivata veramente stanca ma orgogliosa di aver partecipato incitata da Kilian Jornet, Emilie Forsberg, Antonella Confortola, Jonatahn Wyatt, Tom Owens, Fabio Bazzana e molti altri campioni presenti.
Penso, e non sono il solo, che chi pratica lo skyrunning debba partecipare almeno una volta a questa gara che è un po' la Mecca di questo sport. Le Dolomiti, dichiarate dall'Unesco patrimonio mondiale dell'umanità, sono lo scenario, gli organizzatori sono i registi e gli atleti sono gli attori di uno spettacolo unico.

Il Poggio

Video

3

LA MIA BETTELMAT

Pubblicato da pilo | 21.7.14

imageVi sono luoghi e gare che ognuno di noi ama più di altri.

Riale, la Bettelmatt sky race in luglio, la ciaspolata in marzo sono per me richiami molto forti.
Assieme a Giuseppe, Felice, Stefanino e Silvano, levataccia ma alle 7,30 eccoci a Riale.
La partenza è fissata alle 8:15 per la 33km, Silvano e Felice, 8:30 per la 22km io, Giuseppe e Stefanino.
Il tempo non è brutto, di più….., tanto da rinviare di quasi un’ora la partenza.

La gara (a mio parere) è molto bella. I primi 2km sono di salita dura fino al M.Luisa, poi un falsopiano di 5km si arriva al passo S.Giacomo, da qui un lungo sentiero a mezzacosta, arriviamo alla capanna del Corno. A questo punto inizia un tratto molto piacevole di 4km corribili con attraversamenti di tratti innevati e si arriva ai 2500mt del passo Gries. Inizia la discesa molto ripida, in 3km arriviamo alla piana dove è sito il cancello delle 3,15 ore per la 33km, finalmente si corre qualche km in piano, poi altra discesa ripida e ultimi km corribili.

Una fresca doccia, un piatto ti pasta con amici della runner Varese e 3v, un applauso ai vincitori e via verso casa.

La giornata purtroppo non è stata delle migliori, tra pioggia, vento e temperatura bassa sembrava inverno, dai il prossimo anno la faremo col soleee………. Nonostante tutto, come al solito io mi sono divertito !!!!!

Angelo Colli