0

Allenamento MTB

Pubblicato il 27.8.15

Cari amici, bentornati. Riposati? Allenati?

Proponiamo, per testare la vs. preparazione, un allenamento MTB in compagnia, su un percorso selezionato da una guida esperta ed affidabile.
Il mitico "FFF", dato il successo dell'anno scorso, ci porterà nei dintorni di Ponte Tresa, in terra elvetica costeggiando il lago di Lugano.
Il percorso di circa 40 km è facile ed adatto a tutti. 
Ecco il volantino di presentazione.
RITROVO ore 7.30 Azzate c/o Past. Marcolli
PARTENZA ore 8.30 Ponte Tresa c/o Piazzale Tigros

RICORDATEVI LA CARTA D'IDENTITA'

Siete tutti invitati. Più siamo e più ... si va piano :-) ... ops... più ci divertiamo.

0

KENYA EXPO RUN

Pubblicato il 24.8.15

Due grandi eventi da segnare in agenda!

image
- giovedì 10 settembre, in collaborazione con il Kenya, EXPO, Stramilano ed Athletics Kenya, organizziamo la "KENYA EXPO RUN", il primo evento running nella storia delle esposizioni universali! Ci sarà una gara non competitiva di circa 3km (alle ore 16:00) ed una competitiva di 10km (alle ore 18:00). Il tutto all'interno del sito di EXPO, ad un prezzo speciale, inclusivo di biglietto per entrare ad Expo dalle 14, di 15€ e 20€ rispettivamente! Iscrizioni su: www.enternow.it

image
- venerdì 11 settembre ad Azzate (Va) a partire dalle 19, facciamo un grande "KENYA PARTY"!

Tutti i volontari di

AFRICA&SPORT
Impegno per l'Africa, passione per lo Sport!

0

GITA SOCIALE

Pubblicato il 22.8.15

La gita sociale di quest’anno sarà al trail del Moscato a Santo Stefano Belbo in provincia di Cuneo . Il percorso sarà impegnativo ma non tecnico tra i vigneti con salite brevi ma irte e i panorami che ci accompagneranno stupendi.

Le distanze si possono scegliere tra:
- Trail 21km (D+1000) con partenza alle ore 9,30.
La quota di iscrizione di 20 euro comprende- Pettorale in quadricromia e   Microchip, Ricco Pacco gara con maglietta tecnica e prodotti locali – possibilità di dormire in palestra  e colazione prima della gara (per chi dorme in palestra) - Sorveglianza dei bagagli  -  Doccia calda  all’arrivo  - ristori sul percorso, pranzo completo (antipasto, primo, secondo, contorno, dolce, vino, acqua) all’arrivo dopo la gara – Assistenza sanitaria (Croce Rossa) – Assistenza sul percorso con moto da Trial e quad, servizio massaggi all’arrivo, premio finisher)

LA GARA DA 21KM VALE PER LA CLASSIFICA QUALITA’
Trail km 10 550d+ (ore 10,00 iscrizione 10 euro con- Pasta party  più pacco gara garantito  per i primi 200 iscritti) ,
Camminata enogastronomica km 10, ogni 2km tappa in un agriturismo (ore 10,30 iscrizione 12 euro - 5 / 6 Punti ristoro con prodotti enogastronomici sul percorso ,  con dolce finale e moscato) ,
Corsa per ragazzi fino a 13 anni 2 km ( ore 11,00 iscrizione 2 euro) .
Ci sarà anche una 52 km, 36 euro iscrizione, ma chi vorrà parteciparvi dovrà andarci con i propri mezzi il giorno prima e potrà dormire in palestra gratuitamente perché la partenza del trail lungo è alle 7,30 (già una macchina prevista) .
Il pullman sarà gratuito per gli atleti, per gli accompagnatori il costo è di 10 euro.
Per gli accompagnatori che non parteciperanno alla camminata enogastronomica ci sarà la possibilità di pranzare al costo di 15 euro.
Clicca QUI per il sito del trail
Ogni 10 iscritti estrarremo un iscrizione omaggio!!!
Iscrizioni entro il 14 settembre.
Cominciate da subito a prenotarvi al 3475337606 (Marco) o comunicandolo di persona a Angelo De Mieri .

0

Domenica, il nostro portacolori Fabio Di Giacomo ha partecipato al Trail delle Creste, a San Rocco di Schio ( VI ), 20 km e 1550 mt di dislivello, concludendo 4º assoluto in 1:51'10".

image

Classifica prime posizioni:

1º Andrea Moretton 1:48'03"
2º Francesco Rigodanza 1:49'35"
3º Daniele Stifan 1:50'35"
4º Fabio Di Giacomo 1:51'10"
5º Mirko Righele 1:51'32"

3

Un’avventura

Pubblicato il 31.7.15

di Fabio Di Giacomo

Un'avventura.
imageQuesta è la parola che meglio rappresenta la mia partecipazione a questa gara.
Un'avventura partire nel cuore della notte con la frontale accesa e correre per 80 km lungo tutto l'arco delle Piccole Dolomiti. Salire e scendere tra le "mie" amate montagne, dove tante volte sono stato e alle quali sono legati tanti ricordi. Un sogno che si è concretizzato dopo più di un anno d'attesa, di preparazione e allenamenti impegnativi.
Passato il "grande" evento, mi rimangono impressi momenti che difficilmente dimenticherò:
- l'aspra salita al monte Alba, percorsa sotto l'infuriare del temporale con tuoni e fulmini che mi ballavano attorno;
- l'emozionante ascesa in solitaria al Pasubio, attraverso la spettacolare strada militare delle 52 gallerie,con stupendi squarci sulla pianura veneta;
- l'entusiasmo dei miei familiari venuti a sostenermi a metà percorso;
- la durissima salita per arrivare sul massiccio del Carega;
- il rigenerante ristoro degli Alpini al rifugio Scalorbi con la provvidenziale minestra calda,vero toccasana dopo i problemi intestinali della notte;
- il calvario della discesa finale, senza più una goccia di energia in corpo. In quegli interminabili momenti ho capito il significato profondo della frase che dice: "Ad un certo punto non si corre più con le gambe, ma si corre soprattutto con la testa";
- la gioia degli ultimi metri, la passerella finale del traguardo con Debora, i miei genitori e mia sorella che mi aspettavano con trepidante attesa all'arrivo.

Alla fine di questo lungo weekend in terra veneta, una grandissima soddisfazione per un imprevisto quanto sorprendente terzo posto finale.
Complimenti al mio compagno di squadra Stefano Bellini, partecipante alla versione corta, di comunque 40 km, e finisher in 9º posizione in 4 ore e 53 minuti, anche lui molto soddisfatto e felice sia del percorso che della prestazione.

image

Un ultimo pensiero a Debora, mia amata compagna, sempre accanto a me; e alla mia famiglia che con incredibile entusiasmo sostiene e segue queste mie pazze imprese.
Vi voglio bene.

Fabio

1

imageGara in linea con partenza da Alagna ed arrivo a Rimella superando in successione tre colli di alta montagna dal grande sviluppo e dislivello e poi due salite più brevi a quote minori ma impegnative quanto basta da mettere in croce un bel numero di concorrenti. Dopo una corretta e saggia gestione di gara che mi ha permesso di arrivare all'ultima salita attorno alla ventesima posizione con un buon parziale sono clamorosamente scoppiato ed entrato a pieno titolo nel gruppo dei sopracitati crocefissi! Tre chilometri finali di pura sofferenza con dolori tremendi a gambe e piante dei piedi che mi hanno messo a dura prova. Forse non sono partito in piena forma, forse il caldo di questo lungo periodo, forse e probabilmente i ristori a dir poco scarni. Biscottini, crostatine, acqua, sali a cui aggiungere nel primo delle fettine di mela e nel terzo e ultimo delle banane. Andrà bene per chi viaggia nelle posizioni di testa, quelli vanno ad aria e gel, ma per i peones come me, che poi sono almeno l'ottanta per cento dei partecipanti, se si vuole farli arrivare sani su distanze del genere bisogna dargli da mangiare! I chilometri effettivi sono risultati essere poi 50 con 4100 metri di dislivello positivo e per continuare a dare un po' di numeri va detto che su 115 partiti ne sono arrivati 72 di cui 6 fuori tempo massimo. Ovviamente ci sono anche i lati positivi. La traversata è grandiosa ed in ambiente stupendo, merita davvero ed è una grande soddisfazione averla fatta, il tracciato era perfettamente segnato i il numero di volontari e membri del soccorso alpino lungo l'intero giro era notevole. E' stato un lungo viaggio che ricorderò volentieri, anche quel fottutissimo finale fa parte del gioco e magari il prossimo anno avrò voglia di ripeterlo avendo cura di mettere nello zaino qualche paninazzo dei miei.
Per concludere devo segnalare che il nostro Zarantonello era ai nastri di partenza ed ha chiuso la prova con una brillantissima settima posizione.
L'ho visto all'arrivo e mi pareva anche fresco!  Io ho lottato fino a notte fonda con i crampi.......

Alberzek

image  image

Sito della gara

FOTO

0

imageLunedì prossimo (27 luglio) si torna a far tappa ad Azzate per il tradizionale allenamento defaticante del lunedì.
Questa volta è Flavio Tremea che ci ospita a casa sua e che si farà carico di organizzare un giretto di 7-8Km nei suoi luoghi.
Il triatleta valbossino aprirà per l’occasione le porte virtuali della sua piscina a coloro che dopo la corsetta vorranno trovare un po’ di refrigerio. L’invito è esteso anche ai famigliari dei partecipanti.
Quindi tutti dotati di ciabattine e telo mare per godersi un lunedì diverso.
Ritrovo ore 18,15 per poi partire alle 18.45
PS
le immagini sono puramente indicative e non rappresentative della realtà (ben peggiore)